Corso SEO operativo con Metodo Go.S.T. in 7 Passi

In prima pagina su Google in meno di 24 ore con il Metodo Go.S.T in 7 Passi

Corso SEO: ⌛ watchtime e tempo di permanenza

2021-02-17 12:19:56

Per la serie di articoli relativi alle metriche della SEO, oggi parliamo di quale ruolo svolge il watch time nella SEO. Google e YouTube hanno degli strumenti molto potenti per l'analisi del tempo di permanenza...

Foto di Vlada Karpovich da Pexels

 

La scorsa settimana abbiamo parlato di numero di visualizzazioni (leggi l'articolo). Oggi ti parlo di una metrica molto simile che in gergo viene denominata "watchtime", ma che ha una importanza decisamente rilevante nel posizionamento dei tuoi contenuti sui motori di ricerca!
È strano come due parametri così simili: il numero di visualizzazioni e il tempo di visualizzazione, abbiano due significati così diversi!
Il primo, praticamente non ha nessuna importanza! Mentre il secondo è assolutamente fondamentale per ottenere il primo posto nei risultati di ricerca di Google!
Esaminiamo i motivi, in modo che tu possa capire come sfruttare al meglio questo fenomeno:

Come calcolare il tempo di permanenza

Come fa Google a sapere quanto tempo passo davanti a un contenuto

Facciamo distinzione tra Blog o pagine web e Video di YouTube.

Se vuoi che Google registri il comportamento delle persone quando visitano il tuo sito web/blog — rispettando la privacy e il regolamento GDPR — è sufficiente che installi Google Analytics nelle pagine html facendo un semplicissimo copia/incolla.

Nel Corso SEO Operativo Basic ti spiego sia per iscritto, sia con dei video passo passo, come fare!

Se non sapevi che Google registra tutte le nostre azioni, probabilmente ora ti starai spaventando, potresti immaginare che sia una entità malvagia che poi userà i tuoi dati personali contro di te! Niente di tutto ciò, anzi, per come la vedo io è solo un vantaggio, e ne ho già parlato in questo video: (Privacy e GDPR

Tra le infinite cose che Google Analytics registra durante la navigazione web, c'è il watch time, o tempo di permanenza secondo diversi livelli di profondità:

  • tempo di permanenza nel sito
  • tempo di permanenza nella singola pagina web
  • tempo di permanenza su una certa frase/immagine/parola all'interno della pagina web

Su YouTube invece è molto più semplice, perché essendo di proprietà di Google, è già tutto configurato: l'unica cosa che dobbiamo fare è caricare i video, aspettare qualche giorno e andare ad analizzare le metriche con YouTube Studio.

Ovviamente nel Corso SEO Operativo per YouTube ti spiego sia per iscritto, sia con dei video passo passo, come fare e quali sono le cose da osservare con maggiore attenzione e interesse!

Su YouTube esistono degli strumenti ancora più accurati per la registrazione del watchtime, poiché oltre alla versione web, molti utenti guardano i video di YouTube attraverso l'App, che fornisce molte più informazioni rispetto ad un PC.

Anche YouTube suddivide il watch time per  livelli di profondità:

  • Watchtime dell'intero canale
  • Watchtime di ogni singolo video 
  • Watchtime di ogni secondo di ogni singolo video 


L'importanza del watch time

Per quale ragione il tempo di permanenza è tanto importante

Avrai certamente capito che SEO e fattore umano vanno a braccetto!

Google stesso ce lo dice in tutti i modi: in prima posizione ci sono i migliori contenuti!

...e quali sono i migliori contenuti? chi è che può decidere se i contenuti che tu crei siano buoni o cattivi? la severissima commissione che decide la bontà dei tuoi contenuti è il pubblico!

Quindi — lo ripetiamo per la millesima volta — quando il pubblico apprezza i tuoi contenuti, sia che si tratti di un Blog, sia che si tratti di un video su YouTube, questo viene premiato e posizionato in prima pagina per determinate parole chiave!

Come mai allora il numero di visualizzazioni non è così importante e il watch time sì?

Se hai confidenza con la matematica ti sottopongo la seguente formula: 

importanza = watchtime totale / numero di visualizzazioni

...te la spiego!

Ovviamente avrei dovuto rendere la formula un po' più complicata, ma per capire il concetto e sufficiente così: l'importanza di un contenuto che tu pubblichi sul web, è molto influenzata dal tempo medio che ciascun visitatore dedica sul contenuto stesso.

Ecco perché il numero di visualizzazioni può essere dannoso oltre che inutile! Se tu promuovi un tuo articolo chiedendo "a cani e porci" di andarlo a vedere o peggio ancora, facendo una campagna pubblicitaria per attirare traffico senza specificare opportunamente il target, "ti tiri la zappa sui piedi"!

Quando un visitatore non è interessato a ciò che stai raccontando, abbandonerà e quella visita peserà zero in termini di watchtime! Abbadsando la media del canale di wstchtime medio!

Se tu vuoi che Google metta in prima pagina i tuoi contenuti, bisogna che coloro che li consumano siano interessati e quindi che siano "in target". Questo è l'unico modo per alzare il watchtime medio! 

Come ti aiuta Google

Google ha tutto l'interesse di valorizzare il meglio

A questo punto, dato che Google conosce molto bene il profilo di utenza di ciascuno di noi, somministrerà i tuoi articoli o video di YouTube alle persone che potranno tenere alto il tempo di permanenza medio, affinché il tuo articolo di Blog o video di YouTube possa raggiungere alti volumi di watchtime e in seconda battuta anche visibilità sui motori di ricerca!

Ecco perché non devi sponsorizzare i tuoi contenuti finché non hai la certezza matematica che questi siano apprezzati dal tuo pubblico.

Adesso non ti resta che aprire il Pdf del Corso SEO Operativo Basic e incominciare a mettere in pratica tutti i consigli operativi che ho pronti per te:

Consigliato per te
Corso SEO Operativo BASIC

✨ il Corso SEO Operativo BASIC con Metodo Go.S.T. in 7 passi, per portare in prima pagina il tuo sito internet o canale YouTube in meno di 24 ore, anche se per te l'HTML è una lingua araba! Completo di PDF e Video didattici 🎬 Una guida per tutti, soprattutto per i non tecnici del web 😎🏆

12 ricevuti da: